Trekking a Cala Gonone

Se amate camminare nella natura, scoprire luoghi selvaggi ed intatti alle mani dell’uomo, allora il trekking a Cala Gonone è l’esperienza giusta per ammirare un posto forse unico al mondo, caratterizzato da panorami mozzafiato e da un incanto di rarità silenziosa: Cala Luna. Il periodo giusto per intraprendere il percorso verso Cala Luna è quello primaverile o autunnale, quando le giornate sono più miti e le spiagge non sono così affollate di turisti come invece accade d’estate.

La strada che da Cala Gonone conduce verso Cala Fuili, l’ingresso del sentiero segnalato per raggiungere Cala Luna, è asfaltata, ma una volta giunti alla fine, si potrà proseguire a piedi. Tutto il percorso è segnalato da targhe in ceramica (quelle che ancora sopravvivono agli atti vandalici) e da indicazioni orizzontali di vernice sui sassi. La prima tappa del percorso verso Cala Luna, può deviare in un’escursione verso la famosa grotta del Bue Marino, ma da questo punto è possibile vistare il solo lato nord della grotta e soltanto previa prenotazione.

Passeggiando lungo il sentiero si posso ammirare scorci unici, caratterizzati da fazzoletti di mare che si intrecciano con l’odorosa macchia mediterranea, lecci soprattutto. Superata la discesa per la Grotta Nuova, si arriva alla Caletta di Oddoana che digrada in una profonda gola al si sotto della quale si apre l’omonima caletta. Si prosegue poi aggirando il Fruncu Nieddu per poi scendere quasi in modo brusco verso la Codula di Luna fino ad arrivare alla magnifica piccola spiaggia, caratterizzata da un laghetto silenzioso nel quali si specchiano verdi oleandri e da magnifiche grotte.

Author: Webmaster

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *