Sicilia: l’elenco dei precari della Regione a rischio

1 commento
stampacondividi
precari

di Redazione
La scure del prefetto Carmelo Aronica, ha colpito in modo ferreo molte delle previsioni della finanziaria. Analizziamo uno per uno gli articoli impugnati e la conseguenza di questa decisione:

Art. 28 commi 2, 3, 5 e 6 Soppressione Ciapi, No all’amministratore unico, incertezze per il personale
L’intero articolo si occupa della soppressione del Ciapi di Palermo. Il commissario dello stato impugna la scelta di nominare un amministratore unico al posto di Presidente e Consiglio di amministrazione. tale amministratore confliggerebbe con ruolo del liquidatore che deve essere obbligatoriamente nominato se l’ente viene posto in liquidazione coma al comma 1. Il comma 3 viene impugnato perché verrebbero sottratti al liquidatore i beni immobili cedendoli gratuitamente al Ciapi di Priolo. Gli altri commi trasferiscono alla Regione il personale e prevedono oneri di spesa ma per il Commissario “l’insieme di queste disposizioni appare non sorretto da plausibili giustificazioni di carattere tecnico-amministrativo e foriero di incertezze applicative in sede di attuazione”.

Art 40 commi 2 e 4 No alla proroga dei contratti del personale dei Consorzi di Bonifica
I due commi autorizzano i Consorzi di bonifica a prorogare i contratti a termine dei dipendenti d’ufficio dei medesimi consorzi. Per il Commissario dello stato questi contratti sono già stati prorogati più volte e non possono esserlo più. Per i lavoratori che pensavano di essere al sicuro fino al 31 dicembre si palesa lo spettro del licenziamento in tronco.

Art 46 comma 3 No alla modifica unilaterale del rapporto con Siciliacque, altri lavoratori a rischio
Il comma prevede la modifica del rapporto fra la Regione e Sicilacque mettendo a carico della società il mantenimento in servizio del personale. Per il commissario dello Stato questo non è accettabile perché confligge con l’art. 97 della Costituzione mettendo i livelli occupazionali al di sopra dell’interesse òpubblico ovvero della corretta erogazione del servizio.

pagina 1 di 1

Un commento a "Sicilia: l’elenco dei precari della Regione a rischio"

kikko scrive:

salve, è mai possibile che tutti questi scenziati della regione sicilia dopo 25 anni di tentativi non ruescono a stabilizzare questi poveri precari o conviene a tutti così ?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome

mail (non verrà pubblicata)

sito web


*